Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di economist
  • : Economist
  • Contatti
4 agosto 2011 4 04 /08 /agosto /2011 18:27

Le banche hanno una tipologia specifica di finanziamento per ogni tipologia di clientela. Per i lavoratori autonomi sono state studiate delle particolari concessioni di prestito abbastanza vantaggiose.

Definizione di lavoratore autonomo

Con tale espressione ci si riferisce a commercianti, artigiani, imprenditori e liberi professionisti che non percepiscono un reddito da lavoratore dipendente. Le banche concedono prestiti anche a questa tipologia di soggetti, ma con delle limitazioni. Ad esempio, la cessione del quinto non può essere loro concessa visto che non hanno a loro disposizione uno stipendio.

Procedura di richiesta

La documentazione necessaria per effettuare la richiesta del finanziamento consiste nell’ultima dichiarazione dei redditi, un documento d’identità valido e un certificato di residenza. Il finanziamento verrà concesso solo dopo che la situazione del richiedente verrà esaminata e dal quale esame risulti che egli non sia né cattivo pagatore e né in ritardo con alcuni pagamenti. Se risulta una situazione di tale genere, allora sarà il cliente a doversi adoperare con gli strumenti a lui a disposizione per regolarizzare la sua condizione. Una volta regolarizzata anche i protestati hanno l'opportunità di richiedere prestiti.

Tipologie di finanziamento

Il finanziamento da parte degli istituti di credito viene concesso in base all’uso che se ne vuole fare. Si possono avere due tipologie diverse di concessione di credito: i prestiti personali e i prestiti fiduciari. I secondi sono utilizzati di norma quando c’è una richiesta immediata di liquidi. In entrambi i tipi di prestito c’è piena libertà di azione per l’impiego del denaro, che non deve essere forzatamente destinato all’uso lavorativo. I due si differenziano nell’elasticità della restituzione, infatti, mentre nei prestiti personali si può far slittare la rata per un numero stabilito di volte, in quelli fiduciari ciò non è ammesso. Gli istituti bancari hanno diverse offerte per i lavoratori autonomi, ma esse solitamente conciliano tra di loro in alcuni tratti: il rimborso è rateale e mensile e hanno un importo massimo di 30.000 euro. Se la somma di denaro di cui si ha bisogno è superiore al tetto massimo, allora la banca dispone l’utilizzo di forme di fideiussione, garanzie di terze persone o altre garanzie reali. Recandosi presso gli istituti di credito o consultando i loro siti online si possono richiedere preventivi e offerte per avere prestiti veloci e vantaggiosi.

PrestitiPrestitiPrestito

Condividi post

Repost 0

commenti