Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Presentazione

  • : Blog di economist
  • : Economist
  • Contatti
29 giugno 2011 3 29 /06 /giugno /2011 19:12

L'argomento su cui si dibatte maggiormente nell'Eurozona è la crisi dell'Euro. Si sta assistendo a dei collassi a catena da parte di alcune nazioni che fino a qualche anno fa non avevano alcun problema abbastanza rilevante da far pensare a una crisi finanziaria di proporzioni colossali. Prima la Grecia, poi l’Irlanda hanno avuto seri problemi economici e si notano i primi segnali di profonda crisi anche nella Penisola Iberica e Italia. Quali le soluzioni? Fino a che punto l'intervento dell'Unione Europea potrà salvare la situazione?

Sono molte le discussioni sulla questione euro ma poche le conclusioni a cui si riesce a giungere.

La Borsa fa oscillare continuamente la moneta europea tra valori alti e bassi paragonabili alle monete estere. Il carovita cresce. La crisi incombe.

L'Unione Europea sta affrontando la questione decidendo se elargire dei finanziamenti che potrebbero costituire la soluzione per il tracollo finanziario di alcuni stati o se far risolvere la situazione internamente a ciascuna nazione.

Il dilemma è chiaro: può uno stato risolvere problemi economici che la sua stessa economia interna non è stata in grado di sanare? È palese che l'entrata in vigore dell'Euro avvenuta nel 2001 non ha incarnato in sé le speranze che tutti gli abitanti dell'Eurozona si proponevano di raggiungere. La vita dal loro punto di vista è "peggiorata". L'economia conferma ciò.

Il debito pubblico avanza e le bolle speculative sono in agguato. La Grecia sta affrontando una situazione difficile e la popolazione quotidianamente cerca di attirare l’attenzione attraverso svariate manifestazioni, cercando di far mobilitare le autorità per raggiungere accordi risolutivi.

L'Irlanda e il Portogallo sono ancora "sull'orlo del precipizio" (per darne un'immagine adeguata). Si deve solo sperare che l'Unione Europea non porti alle lunghe le decisioni riguardanti il piano di salvataggio di queste nazioni per evitare che le loro economie tracollino definitivamente pesando sul bilancio europeo. Prendere la situazione in tempo prima di innescare una reazione a catena sarà molto utile anche per l'Italia, già dilaniata da scandali e altre problematiche.

Gli europei hanno due opzioni: attendere da spettatori la soluzione di questa crisi o mobilitarsi per velocizzare l’intervento delle autorità come si sta cercando di fare in Spagna proprio in questi giorni.

Sperando che la fiducia nelle strutture internazionali non sia malriposta ci auguriamo che questa situazione si risolva presto.

Euro

Condividi post

Repost 0
Published by Claudia - in Borsa e Finanza
scrivi un commento

commenti